9 Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare link

I migliori Film e le serie Tv più interessanti del momento!

9 Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare link

Messaggioda MarioBros » 06/06/2010, 16:22

9 DI TIM BURTON

Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare link Rapidshare senza blocchi e senza limiti

Genere: Animazione
Titolo originale: 9
Nazione: Stati Uniti
Anno produzione: 2009
Durata: 79'
Regia: Shane Acker
Cast: Elijah Wood, Jennifer Connelly, Crispin Glover, John C. Reilly, Martin Landau, Christopher Plummer, Fred Tatasciore, Alan Oppenheimer, Tom Kane, Helen Wilson
Produzione: Tim Burton, Timur Bekmambetov, Focus Features, Relativity Media, Starz Animation
Distribuzione: Universal Pictures
Soggetto: Shane Acker
Sceneggiatura: Pamela Pettler
Uscita italiana: 14 aprile 2010

Immagine



ATTENZIONE :





"9, tu devi proteggere il futuro..."
Nel laboratorio di uno scienziato, una piccola bambola di pezza - in realtà un robot - si sveglia senza avere idea di dove si trovi. Lo scienziato è riverso a terra, morto, e la bambola porta tracciato sulla schiena il numero 9, che diverrà il suo nome.
Uscito dal laboratorio, 9 assiste a uno spettacolo agghiacciante: il mondo è stato devastato da una misteriosa guerra di proporzioni apocalittiche, i cui segni sono ben visibili fra le rovine di quelle che un tempo erano strade, abitazioni, negozi, automobili. Cos'è accaduto? Dopo aver incontrato altri pupazzi suoi simili (tutti contrassegnati da un numero), 9 dovrà unire le sue forze alle loro per contrastare B.R.A.I.N., una inquietante creatura meccanica che ha il potere di assimilare l'essenza vitale delle sue vittime...

L'apocalittico mondo di Shane Acker
Il regista Shane Acker è la dimostrazione che il talento, se coltivato, può essere riconosciuto e dare i frutti a lungo sperati. Ex animatore della WETA Digital (ha lavorato per Peter Jackson ne Il ritorno del re), Acker si è fatto conoscere nel 2005 con un cortometraggio in computer grafica di undici minuti, 9 per l'appunto, che ha vinto numerosi premi e ha saputo attirare l'attenzione persino di Tim Burton, impressionato dalla forza visiva del film al punto da stimolare la produzione di un lungometraggio.
9, insomma, nasce così: grazie all'interesse di Burton e Timur Bekmambetov, il regista di Wanted, anche lui in veste di produttore; ennesima dimostrazione di quanto sia importante il sostegno dei nomi "forti" dell'industria cinematografica, se si tratta di cercare finanziamenti. Ma cosa mai potrà aver suscitato l'entusiasmo di un autore come Tim Burton? Probabilmente il tono crepuscolare di una storia a tinte fosche, insieme alla consistenza "materica" dei personaggi (pupazzi di stoffa, mostri meccanici, scheletri...), che, nonostante si tratti di animazione digitale, ricorda tanto il suo - ma anche nostro - amatissimo stop motion. E non è certo un caso che inizialmente Acker volesse realizzare il corto proprio in stop motion, idea poi abbandonata in seguito al lievitare dei costi di produzione.
A conferma dell'intuizione burtoniana, le scelte visive rappresentano l'aspetto più significativo del film, tutto giocato su un'atmosfera estremamente cupa e terrosa (scordatevi i colori primari di Pixar e Dreamworks), nonché vagamente orrorifica, con creature meccaniche decisamente inquietanti e poco adatte al pubblico dei giovanissimi. 9 è infatti una sorta di fiaba nera per adulti, lugubre e distopica, fondata non solo sui ritmi dell'azione - ben congegnata - e della suspense, ma anche su un clima sospeso e indecifrabile che disorienta lo spettatore, catapultato nella storia in medias res.
Non sono quindi le trovate visive a mancare nel film, pur non trattandosi di idee rivoluzionarie. Ciò in cui 9 perde inevitabilmente attrattiva, e così la sua presa sul pubblico, è invece l'intreccio: Acker e la sceneggiatrice Pamela Pettler (la stessa di La sposa cadavere e Monster House) non riescono a raccontare una storia che sappia catturare l'emotività del pubblico, che gli faccia amare questi personaggi e farlo soffrire con essi. Come il suo protagonista (fra l'altro ben doppiato da Elijah Wood), la trama appare priva di carisma, e povera di quelle soluzioni narrative struggenti e poetiche che hanno fatto la fortuna dello stesso Tim Burton, o della Pixar. E anche il messaggio pacifista, in questo modo, smarrisce tutta la sua forza.
I film basati su cortometraggi lasciano spesso l'impressione di un prodotto ibrido, diluito ed esteso per raggiungere lo status di lungometraggio, e purtroppo 9 non fa eccezione. Ma restano comunque alcune idee interessanti unite a un'atmosfera di indubbio fascino, anche grazie al look retrò delle ambientazioni e delle tecnologie: chissà che, più che di una distopia, non si tratti di una ucronia. E chissà che in futuro Shane Acker non riesca a esprimere appieno il suo indubitabile talento...
Avatar utente
MarioBros
Amministratore
 
Messaggi: 698
Iscritto il: 29/12/2009, 14:27
Località: Italia


Metodo 2 :




Metodo 3


Torna a Film

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron