A SINGLE MAN Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare

I migliori Film e le serie Tv più interessanti del momento!

A SINGLE MAN Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare

Messaggioda MarioBros » 04/06/2010, 0:14

A SINGLE MAN

Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare link Rapidshare senza blocchi e senza limiti

Genere: Drammatico, Sentimentale
Titolo originale: A Single Man
Nazione: Stati Uniti
Anno produzione: 2009
Durata: 99'
Regia: Tom Ford
Cast: Colin Firth, Julianne Moore, Matthew Goode, Ginnifer Goodwin, Nicholas Hoult, Ryan Simpkins, Keri Lynn Pratt, Teddy Sears
Produzione: Artina Films, Depth of Field, Fade to Black Productions
Distribuzione: Dolmen Home Video, Archibald Film
Sceneggiatura: Tom Ford, David Scearce
Data uscita italiana: 15 gennaio 2010
Data uscita Home Video: 13 aprile 2010

Immagine



ATTENZIONE :





Chi ama non è mai solo
La solitudine è solo un effetto. Bisognerebbe svelarne ancor prima la causa. George Falconer è un professore inglese di mezza età; solo, abbandonato per sempre da Jim, suo giovane amore - tolto alla vita da un tragico incidente in auto. Senza più amore, nonostante il portafoglio sempre pieno, la sua esistenza è spacciata. Decide di farla finita e organizza il suicidio nei minimi particolari. Ma un disegno scritto sulla testa è come un messaggio scritto sulla sabbia: basta un'onda, anche piccola, per cancellare un'intenzione ragionata. Quando George decide di concedersi alla vita prima di interromperla, lì, in quel momento lungo una giornata, accadranno delle cose inaspettate. Siamo a Los Angeles. 1962, durante la crisi dei missili successiva all'invasione americana a Cuba.

Esistenza stringente
"Chi non sa popolare la propria solitudine, nemmeno sa esser solo in mezzo alla folla affaccendata" scriveva Charles Baudelaire. La solitudine di cui parla Tom Ford, stilista di fama mondiale, al suo esordio dietro la macchina da presa, attraversa da un lato la concezione del termine nella sua eccezione malinconica, triste e negativa; dall'altro la rende speciale e unica. Da amare al primo ticchettio di un orologio che scandisce i battiti di un cuore spezzato, ancorché sconfitto dal tempo, A Single Man è un puzzle scomposto i cui pezzi, precisi, si incastrano alla perfezione; ed è in questa "devozione alla perfezione" che risiede il suo più grande limite ma anche il suo più grande pregio. Le immagini sfilano con stupefacente eleganza, aggraziate da espedienti mai banali (rallenty) e tonalità fotografiche cangianti. Non è contemplato l'errore, l'imperfetto. Tutto è al posto giusto, nel momento giusto, avvalorando la considerazione (qui ancora più invasiva) che sia tutto studiato a tavolino. L'approccio di Tom Ford è rigoroso, appassionato: attento ai dettagli, lavora affinché questi non vengano trascurati dagli spettatori, semmai metabolizzati o meglio ancora riconosciuti come pratiche estensioni della sceneggiatura (sviluppata insieme a David Scearce). Essere stilista non è poi così diverso dall'essere regista: si dirigono persone nelle quali l'autore prova a condensare dei messaggi, delle emozioni, e Ford in questo è un inaspettato maestro. Nella sua severità stilistica, conferisce spessore alle immagini, le quali non soltanto hanno il compito di presentare i personaggi ma sono in grado di comunicare sensazioni trasversali. Colin Firth nei panni di George Falconer è indescrivibile. Non traspare la sua tendenza sessuale, tanto che a nulla vale conoscere l'approvazione da parte del movimento di liberazione gay o apprendere che si tratti di un adattamento di un noto romanzo inglese - Un uomo solo di Christopher Isherwood. L'ira, la sconfitta, la solitudine, l'amore, sono caratteri universali dell'esistenza. Al pari di Sean Penn in Milk, Colin Firth è un gigante che si muove tra piccoli giganti (Julianne Moore, Matthew Goode, Nicholas Hoult) - e per la sua straordinaria interpretazione ha vinto a Venezia la Coppa Volpi come Miglior attore protagonista in aggiunta alla valanga di premi e nomination raccolti nel mondo (Oscar, Golden Globe, BAFTA). A Single Man è un racconto di estrema potenza in cui le arti (figurative, visive, foniche) festeggiano le emozioni. Le reminiscenze "Wong Kar-Waiane" - dopotutto la colonna sonora porta la firma di Shigeru Umebayashi (In The Mood For Love) e Abel Korzeniowski - non fanno che confermare un presentimento: si tratta di un'opera prima emozionale e personale. Meglio di un abito su misura.
Avatar utente
MarioBros
Amministratore
 
Messaggi: 698
Iscritto il: 29/12/2009, 14:27
Località: Italia


Metodo 2 :




Metodo 3


Torna a Film

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron