CUCCIOLI Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare

I migliori Film e le serie Tv più interessanti del momento!

CUCCIOLI Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare

Messaggioda MarioBros » 05/06/2010, 12:47

CUCCIOLI - IL CODICE DI MARCO POLO

Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare link Rapidshare senza blocchi e senza limiti

Genere: Animazione
Titolo originale: Cuccioli
Nazione: Italia
Anno produzione: 2010
Durata: 94'
Regia: Sergio Manfio, Francesco Manfio
Cast: Monica Ward, Laura Lenghi, Paolo Lombardi, Edoardo Nevola, Gigi Rosa, Paola Giannetti, Gerolamo Alchieri, Enrico Di Troia, Franco Mannella, Pino Ammendola, Tiziana Avarista, Mario Bombardieri, Luigi Ferraro
Produzione: Gruppo Alcuni, Grupo Edebe'
Distribuzione: 01 Distribution
Sceneggiatura: Sergio Manfio, Francesco Manfio, Anna Manfio
Uscita: 22 gennaio 2010

Immagine



ATTENZIONE :





I Cuccioli uniti per salvare Venezia
La perfida maga Cornacchia vuole prosciugare tutti i canali di Venezia, luogo che odia a causa di una pessima figura fatta anni prima - per via di un trucco non riuscito - di fronte ad altri maghi. Olly, Cilindro, Diva, Pio, Senzanome e Portatile - i Cuccioli - hanno un solo modo per fermarla: trovare il Codice di Marco Polo, che permette di accedere al magico Palazzo della città posto sotto il Ponte di Rialto, in cui sono racchiusi gli incantesimi per contrastare la strega e impedirle così di far perdere a Venezia la sua unicità...

Parola d’ordine: onestà
Dopo il grande successo della serie in onda su RaiDue vista in cinquanta Paesi, il lungometraggio Cuccioli – Il Codice di Marco Polo si pone come un nuovo tentativo dei suoi autori – Sergio e Francesco Manfio, entrambi professionisti tra i più noti del settore a livello mondiale – di raccontare una storia senza affidarsi ai fasti e alle potenzialità dell’animazione statunitense. Paragonare questo lavoro ad alcune delle pellicole Disney o Dreamworks non avrebbe senso, e infatti non è questo il punto. La questione fondamentale sta nel fatto che i fratelli Manfio abbiano pensato e realizzato questo film immaginandolo con gli occhi dei bambini, coinvolgendoli in diverse occasioni anche durante i ventisei mesi di lavorazione. Il risultato che ne deriva è una favola semplice, priva di fronzoli e sbavature; una storia onesta. E questa onestà è presente ovunque: negli sfondi, nei colori, nei tratti con cui sono stati disegnati i personaggi e anche nelle musiche – realizzate da Sergio Manfio assieme a Michele Minniti ed eseguite dall’Orchestra Hayd di Trento e Bolzano – che si rifanno in un paio di motivi all’atmosfera raggae.
Un altro aspetto interessante della storia è la sua struttura a strati: più la si gusta e più si scoprono elementi interessanti. Tra questi, ne segnaliamo due. Il primo è la presenza del pulcino Senzanome, che non essendo ancora in grado di parlare, si esprime tramite dei cartelli. Questi cartelli, oltre a essere animati, sono anche un ottimo espediente per fare imparare ai bambini in età prescolare modi di esprimersi, di apprendere la lingua italiana e di comunicare attraverso le immagini. Accanto alla funzione didattica - sicuramente non così esplicita - bisogna evidenziare un nuovo modo di coinvolgere i giovanissimi spettatori: l’infrazione della finzione scenica, ovvero il fatto che i personaggi si rivolgano direttamente al pubblico, chiedendogli addirittura a un certo punto di battere le mani per aiutare i Cuccioli a compiere la loro missione. Una sorta di pseudo interattività che sicuramente aiuta a calarsi maggiormente nella storia, la quale comunque, a volte, risulta un po' penalizzata da una lentezza del ritmo narrativo e da dialoghi non sempre esaltanti, soprattutto nel registro comico.

Uno sguardo ai titoli di coda
Non lasciate la sala quando cominciano a scorrere i titoli di coda, vi perdereste infatti due chicche: la prima è un corto con protagonisti Diva e Cilindro, mentre la seconda è il Diario del film, in cui si mostrano i Cuccioli come se fossero veri attori; si può vedere il making of di una scena, la pausa durante le riprese, cosa fanno i personaggi al di fuori del set. Una sorta di completamento del significato della pellicola, oltre che un’ulteriore occasione per conoscere i Cuccioli nella loro “vita privata”!
Con questo film si è insomma aperta un’altra strada alla via italiana dell’animazione, che ha l’importante compito di aiutare a costruire l’immaginario personale di ogni uomo o donna del futuro. Cuccioli – Il Codice di Marco Polo deve essere premiato per lo sforzo fatto, nonostante alcune ingenuità. Anche se sono loro, i bambini, a dover dare l’ultima parola.
Avatar utente
MarioBros
Amministratore
 
Messaggi: 698
Iscritto il: 29/12/2009, 14:27
Località: Italia


Metodo 2 :




Metodo 3


Torna a Film

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron