LA CITTÀ VERRÀ DISTRUTTA ALL'ALBA Megavideo Streaming

I migliori Film e le serie Tv più interessanti del momento!

LA CITTÀ VERRÀ DISTRUTTA ALL'ALBA Megavideo Streaming

Messaggioda MarioBros » 26/05/2010, 0:02

LA CITTÀ VERRÀ DISTRUTTA ALL'ALBA

Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare link Rapidshare senza blocchi e senza limiti

Genere: Horror
Titolo originale: The Crazies
Nazione: Stati Uniti
Anno produzione: 2010
Durata: 101'
Regia: Breck Eisner
Cast: Timothy Oliphant, Radha Mitchell, Danielle Panabaker, Joe Anderson, Lisa K. Wyatt, Christie Lynn Smith, Preston Bailey, Larry Cedar, Brett Wagner, Joe Reegan
Produzione: Overture Films, Penn Station
Distribuzione: Medusa Film
Sceneggiatura: Scott Kosar, Ray Wright
Uscita americana: 26 febbraio 2010
Uscita italiana: 23 aprile 2010

Immagine



ATTENZIONE :





Il massacro all'improvviso
David Dutton è lo sceriffo di Ogden Marsh, la tipica “tranquilla” cittadina americana. Un giorno, Rory Hamill irrompe durante una partita di baseball con un fucile carico, pronto per fare una strage, e David è costretto a ucciderlo. Quello che poteva sembrare un drammatico e isolato raptus omicida è invece il primo segnale di un contagio che infesterà la cittadina nei giorni seguenti, trasformandone gli abitanti in spietati assassini. Interviene subito l'esercito, ma le intenzioni dei militari non sono certo quelle di aiutare i poveri cittadini di Ogden Marsh. Comincia così per David e la moglie una disperata fuga per salvarsi la vita...

Niente arte, ma pur sempre tanta buona azione
La città verrà distrutta all’alba è un discreto remake di un classico di George A. Romero. Forse non sarà all'altezza dell'originale, ma per questo tipo di film (e in fondo anche le pellicole di Romero non erano opere di maestria cinematografica, bensì eccellenti prodotti di genere) resta comunque godibile per lo spettatore. Certo Romero, all'epoca nei suoi anni migliori, fu capace di costruire un clima di claustrofobia e sospetto con pochi fondi e tanto mestiere, riuscendo a trattare argomenti politicamente scottanti come il ruolo dell’esercito nella società e lo scollamento tra la politica e l’uomo della strada; insieme a quel senso di disfatta totale della razza umana, trovatasi ad affrontare una crisi all'apparenza irreversibile. Breck Eisner non è riuscito in tutto questo, tuttavia il suo resta pur sempre un film non disprezzabile da un punto di vista stilistico. Difatti è ben girato, fotografato e montato. Il vero punto debole di questo remake è che mancano personaggi interessanti, e il fatto che come sempre ormai si scelgano attori belli e dalla faccina pulita non aiuta di certo l’identificazione del pubblico con la tragedia che i personaggi vivono.
In verità, Romero aveva saggiamente deciso di distanziare visivamente il suo film dalla serie dei morti viventi, presentando le vittime del virus come persone normali che impazziscono gradualmente. Di Romero manca inoltre il tono beffardo con il quale si prendeva gioco di militari e politici, rappresentando i primi come degli idioti, incapaci di gestire un’emergenza, e i secondi come arroganti privilegiati che decidono delle vite di migliaia di persone come se stessero scegliendo quale sigaro fumare dopo cena. Nel film di Eisner, invece, i militari sono sempre sullo sfondo, si vedono pochissimo e non hanno alcun peso nella storia, tutta incentrata sui fuggiaschi. In pratica, questa pellicola dimostra quanto l'America di oggi non voglia minimamente mettersi in discussione e abbia scarsissima capacità di introspezione politica.
Interessante, da un punto di vista puramente registico, la ripresa della lezione dal cinema giapponese sull'utilizzo dei suoni intradiegetici come generatori di tensione, al posto della ormai sempre più banale colonna sonora. Per il resto, la pellicola riprende quasi in toto lo stile dei più recenti film del genere “contaminazione” (fra i tanti, ci viene in mente la serie di Resident Evil). Ragion per cui, nulla di nuovo sotto il sole, ma non sono proprio soldi buttati.
Avatar utente
MarioBros
Amministratore
 
Messaggi: 698
Iscritto il: 29/12/2009, 14:27
Località: Italia


Metodo 2 :




Metodo 3


Torna a Film

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron