MANGIA PREGA AMA Megavideo Streaming Megaupload Torrent LINK

I migliori Film e le serie Tv più interessanti del momento!

MANGIA PREGA AMA Megavideo Streaming Megaupload Torrent LINK

Messaggioda MarioBros » 18/09/2010, 0:28

MANGIA PREGA AMA

Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare link Rapidshare senza blocchi e senza limiti

Genere: Sentimentale
Titolo originale: Eat Pray Love
Nazione: Stati Uniti
Anno produzione: 2010
Durata: 140'
Regia: Ryan Murphy
Cast: Julia Roberts, James Franco, Billy Crudup, Javier Bardem, Richard Jenkins, Viola Davis, Luca Argentero, Arlene Tur, Tuva Novotny, Stephanie Danielson, James Schram
Produzione: Columbia Pictures, Plan B Entertainment, Red Om Films
Distribuzione: Sony Pictures Releasing Italia
Soggetto: dal romanzo omonimo di Elizabeth Gilbert
Sceneggiatura: Ryan Murphy, Jennifer Salt
Uscita americana: 13 agosto 2010
Uscita italiana: 17 ottobre 2010

Immagine



ATTENZIONE :





Un viaggio alla ricerca di se stessa
Liz Gilbert è una donna di successo: abita in una bella casa a New York, ha un marito innamorato e un lavoro come scrittrice che le dà molta soddisfazione. Eppure una notte si sveglia in preda al panico: quella non è la vita che vuole. Decide allora di chiedere il divorzio e di partire per un anno tra l’Italia, l’India e l’Indonesia in cerca della felicità perduta.

La spiritualità nascosta nel cibo e nella meditazione
Sul tema della felicità ci si sono cimentati in tanti, da Epicuro in poi; e il film in questione, tratto dall’omonimo romanzo di Elizabeth Gilbert, prova a fornire una ricetta già dal titolo. L’equilibrio interiore si può trovare attraverso due sensi: il gusto e la vista. I tanti piatti che la protagonista Liz mangia quando si trova a Roma, tanto da definire un “obbligo morale” assaporare una pizza Margherita, ne possono essere un esempio. La vista rappresenta invece il doppio sguardo che la donna, perennemente inquieta per aver chiesto al marito Stephen (Billy Crudup) il divorzio, rivolge attorno a sé, ma soprattutto dentro se stessa. Un percorso certamente difficile, incentrato sul raggiungimento di una serenità messa sempre in discussione nella tappa successiva del viaggio. Liz compie in qualche modo un viaggio di formazione. Non sa se troverà quello che sta cercando, ma è pronta a lasciare tutto, la sicurezza di una vita ormai consolidata e anche un giovane attore innamorato di lei (David, interpretato da James Franco), per inseguire ciò che definisce la “fisica dell’anima”. Ma è soprattutto il legame con Richard (Richard Jenkins), un texano incontrato nell’Ashram in India, a darle la spinta per perdonarsi.
Il cibo e la preghiera attraverso l’introspezione sono comunque altri aspetti dell’amore (sia verso la vita sia verso se stessi), quel sentimento che Liz rifugge perché ha paura. Ritroverà la sicurezza grazie a Felipe (Javier Bardem)?
Il film tradisce i presupposti. È una pellicola da “vorrei ma non posso”, poiché si cimenta con tematiche universali senza però omaggiarle con la giusta intensità. La ricerca introspettiva di Liz è troppo parlata e molto meno agita, sebbene fisicamente la protagonista si sposti intorno al mondo. A volte non si capisce se ci troviamo ancora nel film o in uno spot turistico, sensazione evidente soprattutto per la parte girata in Italia. Roma e i romani (nel cast c’è anche Luca Argentero) vengono trattati in maniera fumettistica, facendo credere al pubblico che nel Belpaese la filosofia di vita sia solo quella del dolce far niente. Sarebbe poi interessante sentire se nella versione originale Julia Roberts si esprima davvero con alcune frasi in romanesco, come nel doppiaggio italiano, scelta abbastanza discutibile.
Si sa che il viaggio di Liz dovrà per forza portare da qualche parte e francamente sarebbe stato più coinvolgente vedere e sentire una maggiore fragilità e più fatica nella ricerca. Anche in questo caso il modo in cui i personaggi ridono e soffrono è oggetto di una narrazione troppo didascalica: perché non lasciare recitare di più i loro corpi e riempire il film con più vuoti? In fondo la meditazione, che Liz pratica per buona parte del film, è fatta soprattutto di silenzio.
Due meriti però Mangia Prega Ama li ha comunque. Avere come regista Ryan Murphy, ormai lanciato nel mondo cinematografico dopo i grandi successi televisivi di Nip/Tuck (una serie tv sulla bellezza esteriore: è significativo il cambio di rotta) e soprattutto di Glee; e, secondo, la colonna sonora di Dario Marianelli, emozionante. Almeno quella.
Avatar utente
MarioBros
Amministratore
 
Messaggi: 698
Iscritto il: 29/12/2009, 14:27
Località: Italia


Metodo 2 :




Metodo 3


Torna a Film

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron