NINJA ASSASSIN Megavideo Streaming Megaupload Torrent

I migliori Film e le serie Tv più interessanti del momento!

NINJA ASSASSIN Megavideo Streaming Megaupload Torrent

Messaggioda MarioBros » 28/05/2010, 0:14

NINJA ASSASSIN

Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare link Rapidshare senza blocchi e senza limiti

Genere: Azione
Titolo originale: Ninja Assassin
Nazione: Stati Uniti
Anno produzione: 2009
Durata: 99'
Regia: James McTeigue
Cast: Rain, Naomie Harris, Ben Miles, Rick Yune, Stephen Marcus, Sho Kosugi, Togo Igawa, Randall Duk Kim, Sung Kang, Thorston Manderlay
Produzione: Warner Bros. Pictures, Dark Castle Entertainment, Legendary Pictures
Distribuzione: Warner Home Video
Sceneggiatura: J. Michael Straczynski, Matthew Sand

Immagine



ATTENZIONE :





"Tu mancami di rispetto e il soffitto sarà tatuato col tuo cervello"
Raizo (Rain) è un ninja che rinnega la sua appartenenza al clan di Ozunu (Shô Kosugi), il suo master, e cerca in tutti i modi di scoprire il luogo segreto dove ha ricevuto gli insegnamenti che l’hanno reso un assassino spietato. La rete di uccisioni su commissione di cui il clan fa parte è minacciata dalla scoperta di una giovane detective, Mika (Naomie Harris), che viene salvata da Raizo e che aiuterà il giovane ninja a trovare ciò che cerca…

"Tutta questa storia non ha senso nel mondo moderno"
Sembra dirselo da solo il nuovo film di James McTeigue, Ninja Assassin. Dopo il magnifico, visionario e potente (ideologicamente e formalmente) esordio con V per Vendetta, un passo indietro per il regista, che in quest’ultimo prodotto dà libero sfogo a una sua passione giovanile: i film di arti marziali.
Un passo indietro, non necessariamente falso, solo e soltanto per le aspettative create attorno a questo nuovo film. Gli elementi sembrano esserci tutti per un grande exploit: budget non enorme ma adeguato (50 milioni di dollari) e la garanzia di successo dei Wachowski Bros. (quelli di Matrix, per intenderci, ma anche scrittori e produttori di V per Vendetta); storia interessante (un’accademia di assassini mascherati e un ninja ribelle a caccia del proprio passato); protagonista da copertina patinata (Rain, cantante pop sud-coreano portato al successo cinematografico da Park Chan-Wook nel delizioso I’m a Cyborg But That’s Ok e dagli stessi Wachowski in Speed Racer). Ma qualcosa non torna. Forse per l’eccessivo uso di effetti speciali che, alla lunga, vanificano o sminuiscono il perfetto lavoro fisico e di preparazione di Rain. Forse per il senso di disorientamento che si percepisce durante l’arco del film, quando le troppe scene d’azione e il doppio binario su cui corre la trama (a metà tra gli intrighi Berlinesi e il passato da riepilogare del giovane Raizo) finiscono per far perdere di vista l’obiettivo del protagonista, nonché il filo della trama allo spettatore.
Gli sceneggiatori Matthew Sand (qui al suo primo cimento cinematografico) e J. Michael Straczynski (l'edizione anni Ottanta di Ai confini della realtà, Changelin, svariati fumetti Marvel e niente meno che il cartoon He-Man and the Masters of the Universe) mettono insieme un collage di storie parallele che corrono su flashback ricorrenti: il protagonista Raizo, infatti, torna spesso con la mente al suo iter di sofferenza e allenamento presso la casa dei Ninja, un luogo del tutto inospitale in cui piccoli orfani vengono affidati alle “cure” – o sarebbe meglio definirle torture – del master Ozunu e iniziati alla vita da assassini (una delle pratiche di questi leggendari personaggi era l’omicidio mirato, ma mai la strage come invece viene spesso rappresentato nella finzione televisiva o cinematografica).
L’inizio folgorante, con sangue a fiotti e arti mozzati come se piovesse, lascia lo spettatore inorridito ed esaltato allo stesso tempo. La distribuzione delle scene di violenza pura, con numerose sequenze in slow motion tanto care al regista e ai produttori, sembra equilibrarsi con dei momenti più riposanti in cui si seguono le vicende dell’investigatrice berlinese Mika (Naomie Harris, Miami Vice e Pirati dei Caraibi 2 e 3). C’è spazio anche per una scena palesemente ammiccante a Matrix Reloaded: Raizo fronteggia i suoi nemici – sempre più numerosi e insistenti nell’attacco – su un sottofondo musicale martellante e crescente, che ricorda molto il duello tra i mille Mr. Smith e Neo nel secondo capitolo della trilogia wachowskiana.

Uno, Ozunu e centomila…
Un film che ambisce a occidentalizzare (e forse, chissà, sdoganare) il genere di film di arti marziali, come nemmeno Tarantino era riuscito con il dittico – ma è già nei piani un terzo capitolo – di Kill Bill. Il risultato, però, sebbene alcune scene siano particolarmente coinvolgenti e “ardite” al limite del gore, rimane troppo vicino a certi film di Seagal e Van Damme, in cui il protagonista risulta del tutto inverosimile.
Avatar utente
MarioBros
Amministratore
 
Messaggi: 698
Iscritto il: 29/12/2009, 14:27
Località: Italia


Metodo 2 :




Metodo 3


Torna a Film

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron