SEX AND THE CITY 2 Megavideo Streaming Megaupload Torrent

I migliori Film e le serie Tv più interessanti del momento!

SEX AND THE CITY 2 Megavideo Streaming Megaupload Torrent

Messaggioda MarioBros » 28/05/2010, 0:10

SEX AND THE CITY 2

Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare link Rapidshare senza blocchi e senza limiti

Genere: Commedia
Titolo originale: Sex and the City 2
Nazione: Stati Uniti
Anno produzione: 2010
Regia: Michael Patrick King
Cast: Sarah Jessica Parker, Kim Cattrall, Kristin Davis, Cynthia Nixon, Chris Noth, Evan Handler, David Eigenberg, Jason Lewis, Mario Cantone, Willie Garson, Miley Cyrus, Penelope Cruz, Liza Minnelli, Max Ryan, Omid Djalili
Produzione: HBO Films, New Line Cinema, Village Roadshow Pictures
Distribuzione: Warner Bros. Pictures
Sceneggiatura: Michael Patrick King
Uscita americana e italiana: 28 maggio 2010

Immagine



ATTENZIONE :





Carrie & Co. tra New York e l’Oriente
Carrie, Samantha, Miranda e Charlotte portano un po’ del Big Apple style nel deserto: un viaggio ad Abu Dhabi vede le quattro protagoniste – ormai non più single e con prole – dividersi tra cambi d’abito mirabolanti, chiacchiere tra amiche, stanchezza per i figli che non vogliono dormire e i problemi matrimoniali. Ancora una volta infatti l’unione tra Carrie e Mr. Big appare in pericolo: un incontro venuto dal passato sembra mandare in crisi Carrie…

La fine di un’epoca
Partiamo dal titolo: Sex and the City 2. Assolutamente falso. Non c’è più il sesso e non c’è più la città. Le quattro beniamine che nel 1998 – anno in cui è iniziata la serie tv – sono state portatrici di una seconda rivoluzione post femminista ormai fanno, diciamolo francamente, un po’ tenerezza. Non c’è più traccia di quella frenetica adorazione che le ha elette paladine di una generazione di donne perlomeno desiderose di imitare il loro comportamento spregiudicato. Tutte, tranne la sempreverde Samantha (lei e l’esibizione di Liza Minnelli in All the Single Ladies sono le uniche ragioni per vedere il film) sono sposate. Qualcuna ha anche dei figli. Giustamente non esiste motivo per andare a rispolverare quella mirandola di uomini a cui Carrie e le sue amiche avevano abituato. L’unica che appunto sembra non avere messo la testa a posto è la pr Jones, che continua a spassarsela, anche se a cinquantadue anni pure lei deve fare i conti con la menopausa e le vampate. Certo, gli uomini che conquista ai fini narrativi sono assolutamente inutili, posti in sceneggiatura solo per farla proseguire nel suo cliché, ma almeno è artefice di qualche guizzo (e di svariati doppi sensi).
In questo secondo capitolo – ancora una volta firmato da Michael Patrick King, autore anche della sceneggiatura – si è tolto il quinto elemento narrativo che da sempre ha caratterizzato la serie e il film precedente: New York. Non ha alcun particolare significato ambientare gran parte della storia in Medio Oriente, ad Abu Dhabi, perché New York e i personaggi sono sempre stati una cosa sola. Perché niente di Carrie, Miranda, Charlotte e Samantha ha senso fuori dalla Grande Mela. La libertà sessuale, lo shopping, le scarpe di Manolo Blahnick, dove sono finiti? Rimane solo un guardaroba gigantesco, i cui eccessi e le cui estrosità rimangono sospese nell’attesa di veder materializzare Times Square alle spalle delle protagoniste, e non un suk.
Forse sono diventate più simili alle casalinghe disperate di quanto esse stesse non avrebbero mai ammesso? La verità è che in fondo, con questo film, hanno rinnegato quello che erano. Hanno smesso di credere nella libertà sessuale, nello shopping e nelle scarpe di Manolo Blahnick. Non importa infatti quanto la famiglia e il matrimonio siano - come dice Miranda - un lavoro, la verità è che anche loro hanno capito di non essere niente senza un uomo. Lo dice bene Carrie: «Che cos’ero io prima? Ero solo una donna che girava per New York come una gazza impazzita per cercare di farsi amare dall’uomo che amava».
Chiariamoci: non è un tradimento. Ma lo scintillio, per usare una parola del film, è finito. Sapevamo che poteva succedere, ma sarebbe stato meglio rimanere sospesi: cullandosi nell’illusione che le quattro amiche di New York sarebbero rimaste per sempre quelle che abbiamo imparato a conoscere in sei anni di serie televisiva.
Avatar utente
MarioBros
Amministratore
 
Messaggi: 698
Iscritto il: 29/12/2009, 14:27
Località: Italia


Metodo 2 :




Metodo 3


Torna a Film

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron