SHERLOCK HOLMES Megavideo Streaming Megaupload Torrent link

I migliori Film e le serie Tv più interessanti del momento!

SHERLOCK HOLMES Megavideo Streaming Megaupload Torrent link

Messaggioda MarioBros » 05/06/2010, 12:40

SHERLOCK HOLMES

Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare link Rapidshare senza blocchi e senza limiti

Genere: Avventura
Titolo originale: Sherlock Holmes
Nazione: Regno Unito, Stati uniti
Anno produzione: 2009
Regia: Guy Ritchie
Cast: Robert Downey Jr., Jude Law, Rachel McAdams, Mark Strong, Eddie Marsan, Kelly Reilly, James Fox, Hans Matheson, Robert Stone
Produzione: Village Roadshow Pictures, Wigram Productions, Lin Pictures, Silver Pictures
Distribuzione: Warner Home Video
Data uscita Home Video: 08/04/2010
Soggetto: Lionel Wigram, Michael Robert Johnson
Sceneggiatura: Michael Robert Johnson, Anthony Peckham, Simon Kinberg

Immagine



ATTENZIONE :





"Signor Holmes, lei deve ampliare la sua visione"
Londra, 1890. Scotland Yard brancola nel buio per i cinque delitti perpetrati da Lord Blackwood. Un giovane investigatore, Sherlock Holmes di Baker Street, dotato di incredibile ingegno e ottimo acume deduttivo, aiutato dal suo assistente, il dottor Watson (Jude Law), riesce a catturare e consegnare alle autorità il criminale. Condannato alla forca e impiccato per pratiche di magia nera e stregoneria, Lord Blackwood risorge, alimentando le terribili voci sul suo conto, e continua a portare avanti il suo disegno. Riuscirà Sherlock Holmes a intuire il piano del diabolico antagonista in tempo?

"Nulla è più stimolante di un caso in cui tutto va come non ti aspetti"
Certamente ciò che va come nessuno potrebbe aspettarsi è proprio questo nuovo film di Guy Ritchie, sorprendente per la seconda volta quest’anno, dopo averci esaltato con RocknRolla in primavera.
Scordatevi l’impermeabile e il berretto ridicolo, il canonico “Elementare, Watson!” (mai pronunciato durante tutto l’arco del film) e i modi di fare garbati ed educati all’estremo. Il suo Sherlock Holmes, infatti, è il più strepitoso concentrato di azione e logica, fisicità e deduzione, humour inglese e stile dandy, che si possa immaginare, tutto convogliato a stravolgere l’idea comune dell’investigatore più famoso della storia letteraria. La creatura di Arthur Conan Doyle viene presentata in maniera originale e anticonformista, proprio com'era l’originale, scevro da tutti quegli stereotipi che i precedenti – cinematografici, televisivi e persino cartacei – gli avevano ingiustamente affibbiato e su cui la gran parte dell’immaginario comune si era adagiato. Almeno fino a oggi.
Fin dalle primissime sequenze, Ritchie indirizza lo spettatore verso l’imprinting di tutto il film: un motivetto da pub irlandese (alla Gangs of New York, per intenderci) subito soppiantato da un meraviglioso crescendo di archi. Il personaggio di Sherlock Holmes, interpretato da un gigantesco Robert Downey Jr., mostrerà esattamente queste due facce della stessa medaglia: per un verso, sarà un vivace gentiluomo nella Londra di fine Ottocento, caratterizzato da uno spiccato intuito e da un’incredibile efficacia d’azione; per l’altro, invece, un grezzo affabulatore che utilizza le sue nozioni scientifiche e le sue deduzioni illuminanti per mettere k.o. i nemici nelle gare di pugilato, oppure si rinchiude in uno stato quasi monacale quando non ha un caso interessante per la mani.
Rimangono, fra tutti gli elementi che denotano l’idea comune di Holmes: il violino, qui pizzicato ferocemente piuttosto che suonato lasciando scivolare sulle corde l’archetto, quasi a rappresentare l’inerpicarsi del pensiero su per i meandri dell’elaborazione, dell’analisi e della ricerca di soluzioni deduttive; la pipa, che compare nei momenti più impensati ogni qual volta che la mente dell’investigatore si mette in moto e “fuma” letteralmente per lo sforzo prodotto. Un personaggio classico riletto in chiave ultramoderna, immediatamente simpatico al pubblico, che rimane spiazzato e incuriosito allo stesso tempo dagli atteggiamenti viziosi del pettoruto protagonista.
Complementare alla figura di Sherlock Holmes, ecco la sua fidata spalla: Watson. Anche qui, la sorpresa non è da meno rispetto a quella riservata dal personaggio principale. Svestiti i panni del goffo e panciuto assistente, nel ruolo del dottore c’è un posato Jude Law: più dinamico e più consono ai gusti delle signorine in sala, è il bilanciamento perfetto per uno Sherlock Holmes tendente spesso a eccedere sopra le righe.
Altri due personaggi importanti per l’andamento della trama sono l’antagonista, Lord Blackwood (un cattivissimo Mark Strong, già con Ritchie in RocknRolla), il quale si dimostra una stimolante parentesi nella magia nera per il troppo logico Sherlock Holmes; e l’affascinante ladra “gentildonna” (la bellissima e poliedrica Rachel McAdams, vista in Red Eye e Un amore all’improvviso) che arriva a rubare anche il cuore di Holmes, ma con finalità alquanto ambigue.

Mr. Bad Guy
Un film affascinante, coinvolgente – le due ore e dieci minuti di durata non spaventino, perché scivolano via tra ritmo incalzante e trama avvincente – splendidamente girato da Ritchie (utilizza anche una macchina da presa digitale, chiamata Phantom, che permette di effettuare riprese ultra-slow che dilatano un secondo in quaranta, efficacissima per mostrare come Sherlock passi dalla teoria deduttiva alla pratica) per un Natale col botto. Imperdibile.
Avatar utente
MarioBros
Amministratore
 
Messaggi: 698
Iscritto il: 29/12/2009, 14:27
Località: Italia


Metodo 2 :




Metodo 3


Torna a Film

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron