SHREK VISSERO FELICI E CONTENTI Megavideo Streaming Torrent

I migliori Film e le serie Tv più interessanti del momento!

SHREK VISSERO FELICI E CONTENTI Megavideo Streaming Torrent

Messaggioda MarioBros » 30/08/2010, 13:40

SHREK E VISSERO FELICI E CONTENTI

Megavideo Streaming Megaupload Torrent Movshare link Rapidshare senza blocchi e senza limiti

Genere: Animazione, Avventura, Commedia
Titolo originale: Shrek Forever After
Nazione: Stati Uniti
Anno produzione: 2010
Durata: 93'
Regia: Mike Mitchell
Cast: Mike Myers, Eddie Murphy, Cameron Diaz, Antonio Banderas, Julie Andrews, Maya Rudolph, Craig Robinson, Amy Sedaris, Eric Idle, Regis Philbin, Cheri Oteri, Lake Bell, Larry King, Jon Hamm, John Cleese
Produzione: DreamWorks Animation, Pacific Data Images
Distribuzione: Universal Pictures
Sceneggiatura: Josh Klausner, Darren Lemke
Uscita americana: 21 maggio 2010
Uscita italiana: 25 agosto 2010

Immagine



ATTENZIONE :





I bei tempi andati?
I bambini, la casa, la routine: Shrek non sa nemmeno più come ci si sente a essere un vero orco, isolato e temuto da tutti nella propria accogliente palude. Ormai la gente lo ama, i contadini gli chiedono l'autografo e di tempo libero non ce n'è più... che fare, allora?
Dopo un brusco litigio con la sua Fiona, Shrek viene contattato dall'infido Rumpelstiltskin, inaffidabile stipulatore di patti magici. La sua proposta: offrire a Shrek ventiquattr'ore da vero orco, come ai vecchi tempi, in cambio di un solo giorno della sua vita passata, un giorno della sua giovinezza del quale non sentirà mai la mancanza. Shrek, malauguratamente, firma il contratto, senza sapere che il giorno sottrattogli da Rumpelstiltskin è... il giorno della sua nascita!
Il povero orco si ritrova quindi in una dimensione parallela nella quale non è mai nato, di conseguenza non ha mai liberato la principessa Fiona dall'incantesimo e il regno di Molto Molto Lontano è stato ceduto allo stesso Rumpelstiltskin, che lo governa con il pugno di ferro. Come se non bastasse, gli orchi vengono cacciati e ridotti in schiavitù, e solo una strenua resistenza sembra opporsi...

E anche Shrek divenne adulto
È davvero il tempo dei saluti, dei congedi e dei cerchi che si chiudono malinconicamente nel ricordo degli esordi gloriosi. Se la Pixar con il capolavoro Toy Story 3 ha concluso in bellezza il suo franchise simbolo, la rivale Dreamworks cerca di fare altrettanto con l'iconica saga di Shrek, quella che nel 2001 sorprese tutti per la natura cinica e irriverente del suo tipico humour. Shrek, in tal senso, fu una genuina boccata di aria fresca: la demistificazione delle fiabe tradizionali - e delle rielaborazioni Disney in particolare - rivelava esplicitamente l'apertura a un pubblico adulto, lo stesso che su quelle fiabe aveva costruito in giovinezza il proprio immaginario collettivo. Ma il gioco delle citazioni e dei cliché ribaltati, degli ammiccamenti e dell'anti retorica "post-disneyana", non ha retto il trascorrere degli anni, e dopo un secondo episodio ancora brillante il franchise ha mostrato gli inevitabili segni di stanchezza con il poco ispirato Shrek Terzo, per poi risollevarsi solo parzialmente in questa nuova incarnazione.
Shrek Forever After recupera effettivamente qualche idea in più rispetto al prequel, ma è chiaro che la vena creativa sia ormai esaurita e la saga vada avanti per forza di inerzia. Già il concetto di base non è nuovo: rimescolare le carte attraverso il classico pretesto della dimensione parallela, in cui nulla è come dovrebbe e l'eroe si trova costretto a ricominciare da capo il suo percorso formativo. Ha certamente il vago sapore dell'operazione nostalgia (si riscoprono i luoghi delle vecchie battaglie, si ricostruiscono da zero i rapporti fra i personaggi), ma il coinvolgimento emotivo latita e la morale suona risaputa, mentre la stereoscopia non aggiunge assolutamente nulla all'esperienza visiva (e meno male che Jeffrey Katzenberg si era lamentato di quanto fosse dannoso l'impiego spropositato del 3D nelle produzioni odierne...).
Si confermano però il buon ritmo di marca tipicamente Dreamworks e l'irresistibile personaggio del Gatto con gli stivali, che da solo, complice la voce deliziosa di Antonio Banderas, regge sulle spalle l'intero film. Non è certo un caso se Shrek, ormai convinto ad accettare le responsabilità "adulte" di padre e di marito, ripone il libro delle sue avventure vicino a un volume che riporta sul dorso la scritta Puss in Boots (Gatto con gli stivali): lo spin-off del gatto spadaccino è già in lavorazione, e l'eredità di questa saga così fortunata, ma anche sovrasfruttata, è tutta per lui.
Avatar utente
MarioBros
Amministratore
 
Messaggi: 698
Iscritto il: 29/12/2009, 14:27
Località: Italia


Metodo 2 :




Metodo 3


Torna a Film

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron